I battenti, ovvero i "fujenti", sono una figura molto nota nel Napoletano e rappresentano i devoti di Maria S.S. Dell'Arco. I battenti fanno parte di un'Associazione Cattolica, Gruppo Autonomo o Gruppo Famiglia ed ogni anno, esattamente nel giorno di Pasquetta, ovvero il Lunedì in Albis, si recano con grande spirito di fede, sacrificio e devozione, a piedi e nella maggior parte dei casi "scalzi" dalla Mamma Dell'Arco o per voto, per fede o per una grazia ricevuta. Ogni anno le statistiche registrano un aumento vertiginoso di fedeli, visto che questo culto alla Madonna Dell'Arco attira in particolar modo i giovani. Provengono da molte località Campane: Napoli, Bagnoli, Pozzuoli, Fuorigrotta, Soccavo, Pianura, Zona Vesuviana, etc. ma non solo. La devozione di Maria S.S. Dell'Arco abbraccia anche Caserta e zone limitrofe.

Ogni anno, una moltitudine di squadre di battenti, prima del grande giorno del Lunedì in Albis, sono presenti nei loro quartieri di residenza per diffondere l'amore di Maria S.S. Dell'Arco. Secondo la tradizione, si allestisce in vari punti del quartiere un' edicola votiva con l'Immagine della Vergine ed il suo obiettivo principale è di rendere omaggio alla Madonna Dell'Arco. Ogni Associazione rende omaggio alla Vergine con un saluto, ovvero, una pratica che consiste nell'effettuare una funzione Religiosa in onore di Maria S.S. Dell'Arco con l'uso di Bandiere e stendardi accompagnata da una Banda Musicale. Le funzioni religiose avvengono nei seguenti giorni: Domenica Delle Palme, Pasqua e Lunedì in Albis e da pochi decenni, anche all'Ottavario di Pasqua. Ma il giorno più importante fra tutti è quello del Lunedì in Albis. In tutto questo, dobbiamo tener conto anche della differenza fra il Battente e il semplice Devoto:

Come già citato in precedenza, il battente appartiene ad un'Associazione, invece il semplice Devoto, non appartiene a nessun'Associazione. La differenza esistenziale del devoto è che nonostante non faccia parte di nessun Associazione o Gruppo, ha indipendentemente una grandissima fede verso Maria S.S. Dell'Arco e fa le medesime cose di un Battente, ovvero compiere il Pellegrinaggio dalla Madonna Dell'Arco. Essere devoto è una scelta e nella stra maggioranza dei casi è dovuta da una decisione personale o familiare in quanto si tratta di percorrere un percorso di fede e spirituale in maniera individuale. Il devoto è più propenso ad effettuare il Pellegrinaggio nella notte della Domenica di Pasqua (la notte tra Pasqua e il Lunedì in Albis) oppure direttamente all'Ottavario di Pasqua (La Domenica dopo la Pasqua). Da pochi anni a questa parte, l'affluenza dei devoti che salgono di notte e specialmente nel giorno dell'Ottavario di Pasqua negli ultimi anni (dal 2014 ad oggi), è aumentata vertiginosamente. Ovviamente, c'è sempre una libertà di pensiero fra i Battenti: c'è chi preferisce salire la notte della Domenica di Pasqua, oppure direttamente il Lunedì in Albis anche perchè il battente, indipendentemente che fa parte di un'Associazione, può prendere liberamente delle decisioni. Ultimamente, una moltetudine di Associazioni salgono la Domenica sera, proprio per evitare il caos che si crea il giorno. Dobbiamo tener conto di 2 differenze: Di giorno si vive più un'aria di festa e folklore, ma nello stesso tempo di intensa fede. Di notte si vive tutta un'altra atmosfera. Il momento più saliente è l'apertura del Portone Principale del Santuario alle 4 del mattino nella notte del Lunedì in Albis e sentire il rumore dei portoni che scricchiolano, si avverte nel cuore di tutti i Devoti un emozione che va aldilà delle ragioni. L'apertura del portone del Santuario rappresenta "l'inizio del Pellegrinaggio a Maria S.S. Dell'Arco".